martedì 23 dicembre 2008

Oh, oh oh!

JACK
Babbo Nachele! In persona! Sono contento di conoscerti...
Ma... tu hai le mani?! Non hai per niente le chele?

SANDY CLAWS
Co-co-come? Dove sono?

JACK
Sei sorpreso, non è vero? lo sapevo, ne ero certo! Quest’anno non devi più preoccuparti del Natale, non ce n’è bisogno...

SANDY CLAWS
Cosa?

JACK
Prendila come una vacanza, babbino! O un premio! Questo è il momento di rilassarti!

SANDY CLAWS
Ma deve esserci stato un errore!

JACK
Fate in modo che stia comodo, ragazzi

SANDY CLAWS
Ma...

JACK
UN MOMENTO! Ma certo! Ecco cosa mi mancava! [prende il cappello di Babbo Natale] Grazie!

SANDY CLAWS
No, un momento! E adesso dove andiamo?

JACK
Ho ho ho... No! Oh, oh oh!

SALLY
E’ peggio di quanto pensassi... Molto peggio! Ci sono!

SANDY CLAWS
Io in vacanza! la Vigilia di Natale?

BARREL
Dove lo portiamo?

SHOCK
Dove?

LOCK
Dal Bau-Bau, naturalmente! Al mondo non c’è posto più comodo della tana del Bau-Bau, E jack ha detto di farlo stare comodo, non è così?

SHOCK & BARREL
Sì l’ha detto!

SANDY CLAWS
Non avete mai sentito parlare di "pace in terra agli uomini di buona volontà"?

LOCK, SHOCK & BARREL
NO!
Wahahhaaah!

venerdì 19 dicembre 2008

...

... Non si può entrare in un negozio
e poi lamentarsi che tutto abbia un prezzo
se la vita è un’asta sempre aperta
anche i pensieri saranno in offerta...

Post-it del caso


• Nuovo anno nuovi progetti artistici... mooooolto interessanti... la cosa mi piace!
• Inizio giornata ricco di telefonate... la più bella quella a nik AUGURI TESORO!!!!
• L’Hummer è proprio un aborto stilistico... babbbbbbabia! In assetto anti sommossa per andare a prendere "1 kg de pomi" al supermercato... kg de pomi che costa 50 euri di gasolio se te va ben... mah!
• Consegnati i primi regali di Natale... l’unica cosa bella di questo periodo è vedere le persone indaffarate a scartare i pacchetti... per un secondo ritornano bambini e le facce che ne escono sono impagabili
• NATALE ALLO ZENZERO... diciamoci l’un l’altro eupepsia!

giovedì 18 dicembre 2008

...

È stato molto tempo fa, più di quanto ora sembra, in un posto che forse nei sogni si rimembra, la storia che voi udire potrete, si svolse nel mondo delle feste più liete. Vi sarete chiesti, magari, dove nascono le feste. Se così non è, direi... che cominciare dovreste!

martedì 16 dicembre 2008

...non importa

(…)
“Mi pentirò di che?” s’informò il signor Pickwick.
“Non importa, signore!”disse il signor Magnus “Non importa!”
Queste due parole:-Non importa-, devono senza dubbio contenere un significato molto vasto, perchè non ricordiamo di avere mai visto alcun litigio per la via, a teatro, in qualche luogo pubblico, o altrove, senza che venissero immancabilmente pronunciate in risposta a qualche bellicosa richiesta.
“Credete forse di essere un gentiluomo signor mio?”, “Non importa signore!”.
“Ho forse mai detto qualcosa alla signorina?”,”Non importa signore!”.
“Volete forse che vi mandi a sbattere la testa contro il muro signore?”, “Non importa!”.
Tale battuta che suona “Non importa!”, deve inoltre racchiudere una beffa capace di suscitare nel petto dell’individuo al quale viene rivolta una indignazione più intensa di quella che vi potrebbero destare gli insulti più violenti.


C. Dickens

lunedì 15 dicembre 2008

Have a nice day

Attraverso un vetro rotto sentivo la pioggia battere sul terreno: sottili, incessanti aghi di pioggia che si susseguivano, quasi giocando, sulle aiuole impregnate d'acqua. La luce di un lampione lontano o di una finestra illuminata brillava sotto di me; ero contento che ci si potesse vedere tanto poco.

J. Joyce

venerdì 12 dicembre 2008

Not The Doctor

I don’t want to be the filler, if the void is solely yours.
I don’t want to be your glass of single malt whiskey
hidden in the bottom drawer.
I don’t want to be a bandage, if the wound is not mine.
Lend me some fresh air.
I don’t want to be adored for what I merely represent to you.
I don’t want to be your babysitter, you’re a very big boy now.
I don’t want to be your mother,
I didn’t carry you in my womb for nine months.
Show me the back door.

Visiting hours are 9 to 5 and if I show up at 10 past 6,
well, I already know that you’d find some way to sneak me in and, oh,
mind the empty bottle with the holes along the bottom.
You see, it’s too much to ask for and I am not the doctor.

I don’t want to be the sweeper of the eggshells that you walk upon.
I don’t want to be your other half, I believe that 1 and 1 make 2.
I don’t want to be your food or the light from the fridge
on your face at midnight.
Hey, what are you hungry for?
I don’t want to be the glue that holds your pieces together.
I don’t want to be your idol,
see this pedestal is high and I’m afraid of heights.
I don’t want to be lived through a vicarious occasion.
Please, open the window.

Visiting hours are 9 to 5 and if I show up at 10 past 6,
well, I already know that you’d find some way to sneak me in and, oh,
mind the empty bottle with the holes along the bottom.
You see, it’s too much to ask for and I am not the doctor.

I don’t want to live on someday, when my motto is "last week".
I don’t want to be responsible for your fractured heart
and its wounded beat.
I don’t want to be a substitute for the smoke you’ve been inhaling.
What do you thank me?
What do you thank me for?

Visiting hours are 9 to 5 and if I show up at 10 past 6,
well, I already know that you’d find some way to sneak me in and, oh,
mind the empty bottle with the holes along the bottom.
You see, it’s too much to ask for and I am not the doctor.


A. Morissette

Bonne nuit...


Bagno caldo... stile tardo impero...
e poi finalmente a letto... un nuage de fleur de cerisier.

mercoledì 10 dicembre 2008

...

Quand le ciel bas et lourd pèse comme un couvercle
Sur l'esprit gémissant en proie aux longs ennuis,
Et que de l'horizon embrassant tout le cercle
Il nous verse un jour noir plus triste que les nuits;


C. Baudelaire

martedì 9 dicembre 2008

Sensazioni

Chi luogo e tempo aspetta, vede alfin la sua vendetta.

Un insolito e sconosciuto desiderio di vendetta mi vaga dentro...
non è da me...
e non mi piace.

Post-it del caso

• Weekend culinario... la pasta con la zucca e lo speck è un delirio! E la cosa sensazionale è che miracolosamente sto diventando brava a fare i dolci!!!
• La Tenerina al cioccolato... 200 gr di fondente al 70%... A DO RO!!!
• Sto per finire la colla per tenere insieme i pezzi.
• Sonni sempre tormentati... Ma se è nei miei incubi forse è perché se ne sta lentamente andando.
• Le persone si fanno forti di paroloni e concetti favolosi... alla prima folata di vento di realtà tutto cade come un enorme e colorato castello di carte. Si scopre il baraccone che le teneva su. Resta una maschera vuota e triste. Il brutto non è vedere la maschera... ognuno si gestisca le sue... Il male lo fanno le carte che cadendo spesso tagliano le persone che son vicine.
• Tutto torna.
• Guardo questo fiorellino nero e mi ripeto “Whenever there’s a chance Cherry blossom girl”
• Due occhi vispi... Negli ultimi 80 anni ne hai viste di cose eh!? E quegli occhi hanno ancora la luce di quelli di un bambino curioso e vivace. Forza nonno!
• Mattinata proprio no...
• La diabolica fa ancora i capricci... ffffffffffastidio.

martedì 2 dicembre 2008

...

Le anime hanno un loro particolar modo d'intendersi, d'entrare in intimità, fino a darsi del tu, mentre le nostre persone sono tuttavia impacciate nel commercio delle parole comuni, nella schiavitù delle esigenze sociali.

Luigi Pirandello

venerdì 28 novembre 2008

Dicevamo...

"Neve che cadeva su ogni punto dell'oscura piana centrale, sulle colline senza alberi; cadeva piana sulle paludi di Allen e più a occidente sulle fosche onde rabbiose dello Shannon. E anche là, sul cimitero deserto in cima alla collina dove era sepolto Michael Furey. S'ammucchiava alta sulle croci contorte, sulle tombe, sulle punte del cancello e sui roveri spogli. E l'anima lenta gli svanì nel sonno mentre udiva la neve cadere lieve su tutto l'universo, lieve come la discesa della loro ultima fine su tutti i vivi, su tutti i morti"

J. Joyce • Dubliners

giovedì 27 novembre 2008

Agua

Agua
bebo agua y la siento dentro de mi

mientras como y como siempre pago mi cuenta
bebo el agua y la siento detro de mi
me lava cuando me siento sucio por dentro
lava mis dudas, las lleva lejos de aqui
tengo sed y esta compania no me sacia mas
bebo el agua y la siento dentro de mi

vino
bebo y lo siento dentro de mi

asi olvido me olvido u te olvido
bebo este vino y lo siento dentro de mi
sube el calor comienzo a cambiar de humor
nedan mis penas, nunca se va a ahogar
pero se vuelve de color rojo y me gustan mas asi
bebo este vino y lo siento dentro de mi

veneno
bebo y lo siento dentro de mi

la negacion de mi que ya no piedo aceptar
siento mi veneno dentro de mi
en este vaso que llevo hasta mis labios
un gesto de amor, el sabor del mar
no me quedan fuerzas para seguir aqui
siento mi veneno dentro de mi


Niccolò Fabi

...veneno
bebo y lo siento dentro de mi...

Grazie

Quello che conta tra amici non è ciò che si dice, ma quello che non occorre dire.

Albert Camus

mercoledì 26 novembre 2008

La foglia caduta si agita...

La foglia caduta si agita e vola via col vento. Non diversamente io vorrei volare, andarmene, partire per non più tornare, e non importa dove, pur di lasciare il mio paese. La mia casa mi pesa sulle spalle: sono troppe volte entrato e uscito dalla stessa porta, ho tante volte alzato gli occhi allo stesso punto, sul soffitto della camera, che dovrebbe essersi ormai consumato.

Gustave Flaubert • Novembre

lunedì 24 novembre 2008

Micro vacanza finesettimanale

• Panna, radicchio, ricotta e noci litigando con la caldaia.
• Mara vs Caldaia 1-0!
• Un risveglio che sa di vacanza.
• Iris e ranuncoli.
• "scabriolè"... l'estate col capotto.
• Spesa d'ordinanza... e non! ;)
• Caccopusso sul piede... sulla zampa di guerra.
• Incontri speciali!
• Cornetto e cappuccino... colazione prêt-à-porter!
• Forchetta e cucchiaio "On Ear"
• Calzini teschiati nuovi... le buone abitudini non vanno perse!
• Taxi!
• Il classico inatteso.
• Non c'è tempo per morire... e se lo scrive lui...
• Me "soppresso"... co l'aio.
• Ste porte le chiudiamo? Sta zente ga e tende casa!!!

-----------

• Grazie dei fior...
• Tenerina rulez!!!
• Tante... troppe cose che no.
• Una notte movimentata... incubi come se piovesse. Un solo sogno... il più importante forse... spero si avveri come capita alle volte. Se fosse così sarebbe tutto passato e staresti bene.

-----------

La neve è una poesia. Una poesia che cade dalle nuvole in fiocchi bianchi e leggeri. Questa poesia arriva dalle labbra del cielo, dalla mano di Dio. Ha un nome. Un nome di un candore smagliante. Neve.


Maxence Fermine

venerdì 21 novembre 2008

Sante Nicola


E’ arrivato il nostro dicembre
di luci e di attese
di comignoli e calze appese
in una stazione ovattata di neve
il tuo arrivo leggero
nel cuor della notte
attorno a un bidone di fosforo
e luce di fuoco fatato
E’ arrivato guaiendo
con una stola di cani randagi
ed una scatola di cerini
e lumini accesi
Sante Nicola ci ha portato
in dono le parole
per parlarci e scaldarci
il cuore
che poverta’ non sapersi parlare
e vedersi passare
vicini e muti
chiusi nel rancore
La pioggia si è fatta neve
e non ferisce ma bagna
e come manna morbida
ci consola..
Sante Nicola
ci ha portato parole incartate
e scritte e parlate
per dircele davvero
queste parole d’amore
Nel silenzio che ci aveva vinti
silenzio di anni
per quanto freddo e ghiaccio
ci fosse nel cuore..
Sante Nicola ci ha portato
in dono le parole
per spiegarci e scaldarci
come castagne e vino
tenerci vicino
La pioggia si è fatta neve
e non ferisce ma bagna
e ha portato parole
scritte e parlate
per quanto groppo e freddo ci fosse nel cuore..
Sante Nicola ci ha portato in dono
le parole per scaldarci e trovarci ancora


Vinicio Capossela

giovedì 20 novembre 2008

Biancaneve moderna


Pallida e lunare, due occhiali scuri per proteggersi dagli altri... nella speranza di rimanere inviolati...
bocca carminio, rossetto che sa di buono... per ostentare una sicurezza che non c’è.

Whenever there’s a chance
Cherry blossom girl

mercoledì 19 novembre 2008

Post-it del caso

• Soddisfatta della nuova nuance dai riflessi ciliegia.
• Serata fredda... Finalmente odore di inverno. Stretta fra sciarpa e cappotto il microcosmo della macchina è decisamente confortevole e rassicurante.
Persa nei pensieri trasalgo... E' finita /La nostra favola, è finita. / Semplice e tragico / è finita tutto qua... mh... un sorriso... tutto qua.
• Sogno di una mattina di metà novembre...
nel melting pot automobilistico della tangenziale spunta fiera una Fiat 1100 color caffelatte con dei passeggeri alquanto strani... Fiori e piante coloratissimi... E un simpatico nonnetto alla guida.Deliziosi!

martedì 18 novembre 2008

Contemplo

Contemplo il lago silenzioso
che la brezza fa rabbrividire.
Non so se penso a tutto
o se tutto mi dimentica.
Nulla il lago mi dice
né la brezza cullandolo.
Non so se sono felice
né se desidero esserlo.
Tremuli solchi sorridono
sull'acqua addormentata.
Perché ho fatto dei sogni
la mia unica vita?


F. Pessoa • Canzoniere

20.10


É bastato fare due passi sotto la pioggia. Il temporale sembrava musica.
Malessere... preoccupazione... i vestiti impregnati di sensazioni negative...

è svanito tutto
un sospiro... di quelli profondi... liberatori

venerdì 14 novembre 2008

19,00 circa

Gli odori, i suoni, i colori hanno un forte potere evocativo. Una vietta stretta mentre piove, un brivido di freddo e quell’ immagine compare dal nulla... Sento tutto come se fossi scivolata indietro e mi ritrovo li. Un pugno diretto nello stomaco che non lascia spazio alle parole.

La bambina Vudù

La sua pelle è un panno bianco
Ricucito da ghirigori di fili neri,
molti spilli colorati
nel suo cuore son puntati. […]

giovedì 13 novembre 2008

Appunti disordinati di viaggio

• Sbagliando si impara... e puntualmente si fanno gli stessi errori.
• Alle volte gli incubi si avverano.
• Questo è il prezzo da pagare quando sai cavartela sempre... da sola.

mercoledì 12 novembre 2008

...

Ci saranno squarci nello spazio
che diano su un’altra parte.


F. Pessoa

martedì 11 novembre 2008

Croce e delizia

Il principio di ogni arte è l’amore; valore e dimensione di ogni arte vengono soprattutto determinati dalle capacità d’amore dell’artista.
Herman Hesse

venerdì 7 novembre 2008

Lateral thinking

C'è stato un momento... relativamente lungo... in cui ci ho quasi creduto. Ho pensato davvero di poter rimescolare le carte per far tornare i conti in modo da trovare del posto. Adesso tutto mi sembra lontano e ingiallito... salvo per qualche particolare che ancora mi viene a trovare di tanto in tanto. Ci ho pensato e mi basta questo.

Si ha paura di mille cose, dei dolori, dei giudizi, del proprio cuore, del risveglio, della solitudine, del freddo, della pazzia, della morte... specie di questa, della morte. Ma tutto ciò è maschera e travestimento. In realtà c'è una cosa sola della quale si ha paura: del lasciarsi cadere, del passo incerto, del breve passo sopra tutte le assicurazioni esistenti. E chi una volta sola si è donato, chi una volta sola si è affidato alla sorte, questi è libero. Egli non obbedisce più alla legge terrena, è caduto nella spazio universale e partecipa alla ridda delle stelle.

Hermann Hesse

"Love will tear us apart"

Isolation

In fear every day, every evening,
He calls her aloud from above,
Carefully watched for a reason,
Painstaking devotion and love,
Surrendered to self preservation,
From others who care for themselves.
A blindness that touches perfection,
But hurts just like anything else.

Isolation, isolation, isolation.

Mother I tried please believe me,
I’m doing the best that I can.
I’m ashamed of the things I’ve been put through,
I’m ashamed of the person I am.

Isolation, isolation, isolation.

But if you could just see the beauty,
These things I could never describe,
These pleasures a wayward distraction,
This is my one lucky prize.

Isolation, isolation, isolation...

Joy Division

mercoledì 5 novembre 2008

...

Chi vuole guardare bene la terra deve tenersi alla distanza necessaria.

Il barone rampante • Italo Calvino

martedì 4 novembre 2008

Per esempio...

www.violenza124.com

http://www.myspace.com/violenza124


DAL 31 OTTOBRE DISPONIBILE ON LINE SU VIOLENZA124.com

Violenza 124 è un’opera strumentale e multistilistica costruita su sette intepretazioni diverse della stessa idea musicale montate e assemblate tra loro a rappresentare la violenza. Il progetto ideato e prodotto da Niccolò Fabi è stato realizzato con il coinvolgimento di Mokadelic, Olivia Salvadori & Sandro Mussida, Boosta, Roberto Angelini, gli Gnu Quartet e la Artale Afro Percussion Band. Ai sei colleghi musicisti Niccolò Fabi ha fornito ’la cellula’, un’unità musicale minima ma con un carattere sufficientemente preciso da essere ispirante, chiedendo loro di darne un’interpretazione in base al proprio stile. Le sei voci e la cellula originale sono state poi mixate in completa libertà da Fabi dando vita così ad una rappresentazione musicale unica e originale. ’Violenza 124’ sarà disponibile in un doppio disco, che contiene sia l’opera unica che le 7 tracce separate, dal 31 ottobre su www.violenza124.com dove sarà possibile scaricarlo in formato mp3 o prenotarlo nella sua versione cd.

Piove

"...Piove, ma dove appari
non è acqua né atmosfera,
piove perché se non sei
è solo la mancanza
e può affogare."


Eugenio Montale

lunedì 3 novembre 2008

Anacronisticità


Fare le pulizie di primavera in un grigio lunedì mattina di novembre...
No fa na piega!

venerdì 31 ottobre 2008

Il Vento

Lieve, inutile
resta un attimo
per decidere che non durerà,
tutto inutile
basta un attimo
per disperderci nell’aridità
solo gesti che si ripetono
solo scorie di...
... di un’ intimità.
Il vento lontano forse ci soffierà via di qua
nel vuoto per mano a risvegliarci più liberi.
lieve e inutile
lieve inutile

Solo inutile torni a casa
poi la monotonia che
rumore fa
tra le luci che si riaccendono
solo il buio qui sa di eternità
Il vento lontano forse ci soffierà via di qua
Nel vuoto per mano nel vuoto per mano a risvegliarci più liberi
Nel vuoto per mano a immaginarci unici
lieve, inutile...


Subsonica

... tutto tranne che lieve... ma decisamente inutile

Riflessioni sotto la pioggia

La cosa buffa è che potendo ti farei sparire... come la fiamma quando soffi sulla candela. Porterei indietro l’orologio anche solo fino ad un secondo prima... in modo da non avere nessun ricordo...

ma non posso.

e non me ne frega niente di sapere cosa, come, perchè...

...

Ma la storia è come una stringa piena di nodi, tutto quello che puoi fare è ammirarla e magari aggiungervi un altro nodo. La storia è un'amaca su cui dondolarsi, è un gioco di società per i giorni di pioggia. È la cuccia di un gatto.

Non ci sono solo le arance • Jeanette Winterson

giovedì 30 ottobre 2008

01.00 am

Molta gente torna indietro ma non sopravvive perché sente il richiamo di due diverse realtà. E questo è troppo. Si può mettere sotto sale il proprio cuore o ucciderlo, oppure si può scegliere una delle due realtà. In ogni caso c'è molto dolore.

Non ci sono solo le arance • Jeanette Winterson

martedì 28 ottobre 2008

Adoro il rumore della matita che scivola sul foglio

Segni su segni per trovare la curva buona... estrema sintesi... scritta sul corpo. Inizio, smetto, lascio perdere.. poi riprendo. Mille interruzioni. Gli occhi son gli stessi, ma vedono cose diverse... è sono felice per me. In sottofondo è partita "Francoise"... modernariato musicale. Riprendo in mano la matita...priorità.

03.00 am

La carne brucia, le foto bruciano e la memoria cos'è? Nient'altro che il vaneggiamento imperfetto di stolti che non vogliono convincersi della necessità di dimenticare.

Non ci sono solo le arance • Jeanette Winterson

lunedì 27 ottobre 2008

Perché non sono brava a fare i dolci... Soprattutto la domenica mattina


Tratta in inganno dal cambio dell’ora ieri mi sveglio in netto anticipo e così vengo precettata dalla mia augusta genitrice per fare un dolce. Parto con un classico che va sempre di moda... La torta di mele! Come suggerito dalla ricetta mi accingo ad impastare con lo sbattitore per lisciare meglio l’impasto... Mah! Ovviamente siccome a certe ore io dovrei dormire... sbaglio a mettere le fruste nel suddetto trabiccolo... Risultato? Dopo due secondi l’aggeggio si impadronisce del mio impasto imprigionandolo nelle fruste. Momento di fastidio e sconforto. Alché mossa dal mio animo da carpentiere decido di staccare il tutto facendo scivolare l’impasto, con una maestria che non mi appartiene, mentre le fruste girano alla minima velocità. Inutile dire che in un momento di debolezza il bastardo sbattitore si è impadronito della mia mano “impastandola” per bene. Ovviamente dopo ripetute imprecazioni varie ed eventuali io ho riavuto il mio impasto... nella colluttazione ho imbrattato tutta la cucina... però il dolce alla fine è venuto pure buono.

venerdì 24 ottobre 2008

...23,15


Il pleure dans mon cœur

Il pleure dans mon cœur
Comme il pleut sur la ville;
Quelle est cette langueur
Qui pénètre mon cœur?

Ô bruit doux de la pluie
Par terre et sur les toits!
Pour un cœur qui s’ennuie
Ô le chant de la pluie!

Il pleure sans raison
Dans ce cœur qui s’éccœure.
Quoi! nulle trahison?...
Ce deuil est sans raison.

C’est bien la pire peine
De ne savoir pourquoi
Sans amour et sans haine
Mon cœur a tant de peine!


Paul Verlaine

Salgo in macchina e mi sorprende, inaspettata. Le gocce si mescolano alle foglie e cadono con loro. La strada diventa uno specchio deforme della realtà... nell’aria odore di pioggia... delizioso.

giovedì 23 ottobre 2008

"timeless"


Mi sembra di avere l'orologio farcito di marmellata e zucchero... come quello del Bianconiglio dopo che è passato sotto le mani del Cappellaio Matto! I minuti son lentissimi e le ore arrivano annoiate... mpf...

Spirits in the material world

There is no political solution
To our troubled evolution
Have no faith in constitution
There is no bloody revolution

We are spirits in the material world
Are spirits in the material world
Are spirits in the material world
Are spirits in the material world

Our so-called leaders speak
With words they try to jail you
They subjugate the meek
But it's the rhetoric of failure

We are spirits in the material world
Are spirits in the material world
Are spirits in the material world
Are spirits in the material world

Where does the answer lie?
Living from day to day
If it's something we can't buy
There must be another way

We are spirits in the material world
Are spirits in the material world
Are spirits in the material world
Are spirits in the material world...


The Police

mercoledì 22 ottobre 2008

MPF!


Altra notte insonne... forse a causa dei spiacevoli incontri o forse no.
Chissà se con altre 4 o 5 nottate così mi danno abbastanza punti per prendere un bellissimo set di asciugamani!

martedì 21 ottobre 2008

Buongiorno

Regalata anche oggi mezz’ora della mia vita alla tangenziale, allineata... Annoiata. Ogni scusa è buona per non pensare, anche curiosare nel carico del camion di fronte... “Ero ancora sotto il cielo di una scrivania... tra una sedia e un muro pallido... ero un piccolo mosaico di malinconie”... La voce di Grazian a farmi compagnia (vi consiglio di prendere il cd, e di vederlo live, ma state attenti può causare una certa dipendenza). La cosa strana è che potrei star qui per ore e non mi importerebbe, al calduccio, immobile...
“Tra le braccia nude di un addio...”

lunedì 20 ottobre 2008

Sabato 18... e via andare!

Signore Galline vi diamo il benvenuto a bordo della Diabolica in occasione del Mara & Syl Day.
Special guests: Turner*, Icona, Oncle Archibald, Ferrara, Adria e i Portovirensi tutti.
Il cielo è coperto ma il morale è alto.
Si ringraziano:
- per il supporto logistico la Diabolica Citroen
- per i nulla osta e le autorizzazioni la fottuta autoscuola che a tempo di record e a suon di euri ha permesso tutto questo
- per la colazione inaugurale il porco fornaio fantasioso
- per l'underwear intimissimi e il completo pon-pon (mutate a piacere alcune vocali) di punta
Vi ricordiamo di allacciare le cinture e di caricare i rullini sulla Lomo (cavè anca el tappo dell'obbiettivo vaeà!)
Vi auguriamo buon viaggio e buon divertimento!

Concordo con il culotte dixit:
Color outside the lines
Laugh at the rules
Agree with your imagination

Left yourself daydream

Padova, 19 ottobre ore 11,30
Spatole nuove
Fondo bitume
Cere acquerellabili
Matite varie ed eventuali
Un paio di pennelli nuovi di cui uno con le “messsccc” ;-)

... E la bastarda curiosità di vedere cosa uscirà da quei rullini!!!

* Seh.. magari... Se vedemo tra un mese, vah!

venerdì 17 ottobre 2008

L'idea è questa...

"Se non si lasciasse niente o nessuno, non ci sarebbe spazio per il nuovo. Naturalmente andare avanti è un'infedeltà verso gli altri, verso il passato, verso una vecchia nozione di se stessi. Forse ogni giorno dovrebbe prevedere almeno un'infedeltà essenziale o un tradimento necessario. Sarebbe un atto ottimista, un atto di speranza, che garantisce fiducia nel futuro, la prova che le cose possono essere non solo differenti, ma migliori."

Nell'intimità • Hanif Kureishi

Piccoli "pezzi" di felicità


Dopo due anni di "amore" fra me e la cermica come ogni coppia eravamo un pò in crisi... Ieri sera a sorpresa è stato di nuovo amore! Il risultato? Due tazzine da thè!
Deliziose... Coccole... Curate nei minimi particolari con un gusto squisitamente vintage. E la cosa buffa è che ne ho un intero servizio rigorosamente spaiato e naif in mente

giovedì 16 ottobre 2008

Poesia facile

Pace non cerco, guerra non sopporto
Tranquillo e solo vo pel mondo in sogno
Pieno di canti soffocati. Agogno
La nebbia ed il silenzio in un gran porto.


Dino Campana

... decisamente mi somiglia

mercoledì 15 ottobre 2008

Cauchemar



... Anche in francese suona meglio...
le brutte notizie non smettono di arrivare, puntuali, odiose. L’accanimento del destino non mi ha mai dato così fastidio. L’ennesima notte tormentata... dovrei "sprepararmi" il cervello dai resti di questo... tutto!

martedì 14 ottobre 2008

Oggi sbarcano gli alieni

La profezia fa il giro del web
Secondo la «medium» Goodchild, gli extraterrestri si presenteranno «senza intenzioni bellicose»

MILANO - Il conto alla rovescia è partito diverso tempo fa. Adesso ci siamo - finalmente: il 14 ottobre 2008 gli alieni appartenenti alla «Federazione della Luce» raggiungeranno la Terra. Perlomeno di quest’idea sono la medium «Blossom Goodchild» e i suoi seguaci sul web. Pare che sia giunto il momento di conoscere la «verità» sull’esistenza di vita extraterrestre nell’Universo. Fenomeno internettiana o ennesima previsione falsulla, sono molti i blog e le community che discutono animosamente sul web.

«FEDERAZIONE DELLA LUCE» - «14 october 2008 aliens»: digitando queste semplici parole su un qualsiasi motore di ricerca compaiono milioni di pagine. Dapprima la buona notizia: gli alieni si presenteranno quest’oggi, martedì, sul nostro pianeta, senza nessuna intenzione bellicosa. «Veniamo per aiutare il vostro pianeta.»; «Non veniamo per conquistarlo»; «Non veniamo per distruggere.»; «Veniamo per portarvi speranza.». Questo - si tiene conto delle virgolette - avrebbero detto gli stessi alieni della «Federazione della Luce» tramite «Blossom Goodchild». L’australiana, emigrata dalla Gran Bretagna, una sorta di sensitiva che fino ad oggi ha operato perlopiù come «chaneller», ovvero come persona in contatto con le altre dimensioni, ha ricevuto il messaggio nell’agosto scorso. Da allora è diventata una sorta di adetta stampa ufficiosa degli affettuosi ET. Esseri viventi di natura extraterrestre le avrebbero indicato la data del 14 ottobre 2008 come momento di congiunzione tra la razza umana e quella aliena. A detta della sensitiva, una grossa astronave apparirà nei cieli dell’emisfero sud del pianeta per 72 ore, portando il messagio di pace. Ovviamente si tratta delle solite sciocchezze, a detta dei più. «Questa è invece la prova finale», sostengono alcuni ufologi e simpatizzanti della materia.

AVVISTAMENTI - Due sono tuttavia gli aspetti insoliti della profezia: fino all’ultimo Goodchild si dice sicura che l’evento extrasensoriale ed extraterrestre ci sarà. Inoltre, la notizia ha avuto talmente tanta eco sul web che dal 6 ottobre scorso la cara australiana è raggiungibile solo per «vie telepatiche», qualunque cosa ciò voglia dire. Troppe le mail, le telefonate e le domande. Come se non bastasse nelle ultime settimane si sono improvvisamente moltiplicati gli avvistamenti (presunti) di navi spaziali e oggetti non identificati nei cieli di mezzo mondo. Che, naturalmente non hanno tardato a circolare nella vasta rete del web. C’è chi il 4 ottobre scorso ha visto degli UFO triangolari nei cieli di Filadelfia: puntini bianchi ripresi da una videocamera amatoriale sopra le teste del pubblico che assisteva al concerto di Bruce Springsteen per il candidato democratico alla Casa Bianca Barack Obama. E, a quanto pare sembra, anche il punto d’atterraggio della navicella spaziale sia già stato fissato: nella tranquilla e piovosa regione del Galles a nord dell’Inghilterra. Dal 17 settembre scorso si sono infatti concentrate le attività «sospette» attorno alla cittadina di Wrexham. Ma gli stessi alieni avrebbero comunicato a Goodchild che l’atterraggio avverrà nell’«emisfero australe».

Ma sono molti gli ufologi che non credono alla profezia: Stephen Yulish, per esempio, si dice sicuro che il 14 ottobre nessun UFO atterrerà sul nostro pianeta. Sulla pagina «Ufo Digest», l’ufologo dà sfogo a tutto il suo scetticismo. «Sì, gli UFO esistono, ma sono cattivi», è la sua teoria. Altri critici, al contrario, argomentano in maniera più realistica e scientifica. E sono migliaia i contributi, le domande e i forum italiani che partecipano all’inconsueta ma accattivante discussione.

MESSAGGIO - «Veniamo a comunicarvi che il giorno 14 ottobre 2008 un’astronave di grandi dimensioni sarà visibile nei vostri cieli, nella porzione sud del vostro emisfero e sarà compresa nel campo visivo di molti dei vostri stati. È stato deciso che resteremo all’interno della vostra atmosfera per un periodo di almeno tre giorni e durante questo periodo di tempo ci sarà molta agitazione sul vostro pianeta, i vostri governanti e le alte sfere di potere del vostro pianeta cercheranno di invadere lo spazio atmosferico che circonda la nostra astronave, le misure di sicurezza cha abbiamo adottato a questo scopo sono necessarie dal momento che avrà probabilmente luogo una specie di commedia ad opera dei vostri stessi governanti volta a negare la nostra azione pacifica», recita il fantomatico messaggio ricevuto da «Blossom Goodchild».

PARODIE - Molti utenti di YouTube, non poteva essere altrimenti, l’hanno presa con ironia pubblicando in anticipo il video (magistralmente elaborato al computer) dell’arrivo della grossa navicella a Shanghai in Cina, quasi fosse reale. Altri vanno sostenendo che persino le Nazioni Unite si sarebbero riunite nei giorni scorsi in una seduta straordinaria (e segreta) per discutere della vicenda. C’è anche chi corre ai ripari: il noto allibratore inglese Rupert Adams del gruppo di «William Hill» ha cessato di accettare scommesse sulla venuta degli alieni in seguito ad una improvvisa valanga di puntate. Nella rete l’attesa si fa febbrile. Comunque vada gli scettici hanno già preparato una divertente parodia musicale e animata dell’evento.

Elmar Burchia • www.corriere.it


... per fortuna che mi son vestita bene sennò sai che figura! Vabbè in caso se arrivano faccio un salto al bar... dopo tutta sta strada almeno un tramezzino e uno spritz ci stanno!

So british!

Lo style è decisamente british... Principe di Galles grigio e rosa... mi son risparmiata la scarpa perchè di si. Ma il mood è decisamente punk con due ali come orecchini perchè potendo volerei via.

Englishman In New York

I don't drink coffee I take tea my dear
I like my toast done on the side
And you can hear it in my accent when I talk
I'm an Englishman in New York

See me walking down Fifth Avenue
A walking cane here at my side
I take it everywhere I walk
I'm an Englishman in New York

I'm an alien, I'm a legal alien
I'm an Englishman in New York
I'm an alien, I'm a legal alien
I'm an Englishman in New York

If "manners maketh man" as someone said
Then he's the hero of the day
It takes a man to suffer ignorance and smile
Be yourself no matter what they say

I'm an alien, I'm a legal alien
I'm an Englishman in New York
I'm an alien, I'm a legal alien
I'm an Englishman in New York

Modesty, propriety can lead to notoriety
You could end up as the only one
Gentleness, sobriety are rare in this society
At night a candle's brighter than the sun

Takes more than combat gear to make a man
Takes more than license for a gun
Confront your enemies, avoid them when you can
A gentleman will walk but never run

If "manners maketh man" as someone said
Then he's the hero of the day
It takes a man to suffer ignorance and smile
Be yourself no matter what they say

I'm an alien, I'm a legal alien
I'm an Englishman in New York
I'm an alien, I'm a legal alien
I'm an Englishman in New York

Sting

lunedì 13 ottobre 2008

The departure...


Arrivava inesorabile alle 16.57... perchè me pare de sognare... siamo ancora qua con la gente che crede che in quadricromia si possa stampare il bianco.
E dalle lande desolate... non perchè sole ma perchè prive di conforto... della mia mente compare lui... segno inequivocabile che sono ufficialmente andata.

Cambia le carrozze in carrozzine, Etccì
con le stelle fabbrica lampadine, Etcciù
Sbuccia senza mani le noccioline, Etccì
Auli, aule, tulilem blem blu!

Post-it del caso

• Weekend decisamente ciompo di eventi...
• Poco eno per quanto mi riguarda ma deliziosamente... pantagruelicamente... gastronomico!!! Slurp!!!
• La Holga... A DO RO!!! Chissà cosa verrà fuori da quel 120
• Gli auguri alla Syl... è proprio bello vederti così confusa e felice :-P
... si lo so lo so... son qui che aspetto il cazziatone!
• Il sabato da cenerella non è stato poi così male vista la serata! So chic!!!
• C’è una "musetta" di tre mesi che si chiama Brigitte ... e pure una Gwenda!
• Domenica in trattoria... gnocco vs bigolo... i zè pensieri
• Milllllemila km per una mantellina così carrrrrrrina! ... sono inqualificabile lo so.
• I giardini... amarcord a manetta... quell’albero è ancora li, bello come me lo ricordavo.
• Aperitivo musicale... Ale e Carlo... spettacolari come sempre!!!
" Non è niente, non è per sempre. E troppo ormai che stai così male, il tuo diploma in fallimento è una laurea per reagire.
• "No ma io non mangio"... "magari facciamo una famiglia" / "Che gusti volete?"... "Tonno e cipolla?" "Marinara forse?!" / "Ciao son la Mara... si volevo ordinarti 6 pizze..."

Jumping Jack Flash

I was born in a cross-fire hurricane
And I howled at my ma in the driving rain
But it’s all right now, in fact, it’s a gas!
But it’s all right. I’m Jumpin’ Jack Flash,
It’s a gas! Gas! Gas!

I was raised by a toothless, bearded hag,
I was schooled with a strap right across my back,
But it’s all right now, in fact, it’s a gas!
But it’s all right, I’m Jumpin’ Jack Flash,
It’s a gas! Gas! Gas!

I was drowned, I was washed up and left for dead.
I fell down to my feet and I saw they bled.
I frowned at the crumbs of a crust of bread.
Yeah, yeah, yeah
I was crowned with a spike right thru my head.
But it’s all right now, in fact, it’s a gas!
But it’s all right, I’m Jumpin’ Jack Flash,
It’s a gas! Gas! Gas!

Jumping Jack Flash, its a gas
Jumping Jack Flash, its a gas
Jumping Jack Flash, its a gas
Jumping Jack Flash, its a gas
Jumping Jack Flash


Rolling Stones

venerdì 10 ottobre 2008

It’s not easy love, but you’ve got friends you can trust...


AUGURI SYL!!!

It’s so easy love cos you got friends you can trust
Friends will be friends
When you’re in need of love they give you care and attention
Friends will be friends
When you’re through with life and all hope is lost
Hold out your hands cos friends will be friends right till the end

mercoledì 8 ottobre 2008

...

Ho notato che il dolore e la pazienza,
radici dei sospiri e del sorriso,si intrecciano in lui.
cresci,pazienza,fa che il dolore,sambuco puzzolente,
sciolga le maligne sue radici dalla vite che fiorisce.


da "cimbelino" di William Shakespeare

Au revoir...


09.35... la mia Santa PaSienZa dava la dipartita...
cominciamo bene!!!

martedì 7 ottobre 2008

Mpf...


Purple Haze

Purple haze all in my brain
Lately things just don't seem the same
Actin' funny, but I don't know why
'Scuse me while I kiss the sky
Purple Haze all around
Don't know if I'm comin' up or down
Am I happy or in misery?
What ever it is, that girl put a spell on me
Help me
Help me
Oh, no, no
Hammerin'
Talkin' 'bout heart 'n'...s-soul
I'm talkin' about hard stuff
If everbodys still around, fluff and ease, if
So far out my mind
Somethings happening, somethings happening
Ooo, ahhh
Ooo, ahhh
Ooo, ahhh, YEAH!
Purple haze all in my eyes, uhh
Don't know if its day or night
You got me blowin', blowin' my mind
Is it tomorrow, or just the end of time?
Ooo
Help me
Ahh, yea-yeah, purple haze, yeah
Oh, no, oh
Oh, help me
Purple haze, Tell me, baby, tell me
I can't go on like this
Purple haze
You're makin' me blow my mind...mama
Purple haze, n-no, nooo
Purple haze, no, its painful, baby


Jimi Hendrix

... Son più stropicciata del solito stamattina... Mpf
Ma di sicuro viola

lunedì 6 ottobre 2008

Have a nice day


Incubo. Parola che in spagnolo suona innocente, pesadilla, ma non lo è: l’incubo sono i cavalli nella notte, è il diavolo.
Fernando Arrabal

Freud suggerì che gli incubi lasciano che il cervello controlli emozioni che sono il risultato delle esperienze dolorose... svegliarsi con quel gusto in bocca non è mi è piaciuto e non ne voglio più sapere; perché sembrava vero e faceva male nello stesso modo... Con la stessa intensità.

giovedì 2 ottobre 2008

In heavy rotations


The Empress

Didn’t I try To love her?
Didn’t I paint Pictures of her?
Didn’t I try To change?
I shouldn’t have bothered.
Didn’t I buy The ocean for her?
Didn’t I wear The colour
Didn’t I feel The wind?
Didn’t I bleed?
She is strange
And sorrow.
She is Like cherry blossom.
She is The Empress.
Didn’t I kneel Before her?
Didn’t I follow Her orders?
Didn’t I clean Her shit?
Didn’t I fall?
Didn’t I climb The ladder?
Didn’t I smile For the cameras?
Didn’t I feel The wind?
Didn’t I bleed
She is strange And sorrow.
She is Like cherry blossom.
She is The Empress.
She is strange And sorrow.
With lips Like cherry blossom.
She is The Empress


Brett Anderson

mercoledì 1 ottobre 2008

Per esempio...

Fatevi due risate!!!

[utube]http://www.youtube.com/watch?v=BBvcl3sTo5w[/utube]

:-D:-D:-D

Tanti auguri!!! Diesel XXX


Un compleanno in grande stile per per i 30 anni di Diesel
Il party avrà luogo l’11 ottobre, per 24 ore, in 17 città diverse in tutto il mondo compresa Milano. Ad animare la festa una line-up che vede schierati i migliori artisti della scena elettro/disco mondiale tra cui M.I.A., Uffie, Lindstrom, Mark Ronson, Hot Chip e moltissimi altri. A stuzzicare la curiosità, un piccante teaser che sta girando viralmente di blog in blog e di cui tutti parlano...

http://www.youtube.com/watch?v=sVEy6uJJ5OY

Qui tutti i dettagli!
www.diesel.com

A4 • 02.00 A.M.


Dimenticate i diamanti, è il cioccolato, credo sarete d’ accordo, il miglior amico delle ragazze.

Carole Matthews • Il Sexy Club del Cioccolato

Lovers In Japan / Reign Of Love


Lovers keep on the road your on Runners until the race is run Soldiers you’ve got to soldier on Sometimes even right is wrong

They are turning my head out To see what I’m all about Keeping my head down To see what it feels like now But I have no doubt One day, were gonna get out

Tonight, maybe we’re gonna run Dreamin’ of the Osaka sun Ohh, ohh, ohhh Dreamin’ of when the morning comes

They are turning my head out To see what I’m all about Keeping my head down To see what it feels like now But I have no doubt One day, the sun will come out

Reign of love
I can’t let go
To the sea I offer
This heavy load

Locusts will
Lift me up
I’m just a prisoner
In a reign of love

Locusts will
Let us stop
I wish I’d spoken
To the reign of love

Reign of love
By the church, we’re waiting
Reign of love
My knees go praying

How I wish
I’d spoken up
Or we’d be carried
In the reign of love


Coldplay

Concerto stupendo e mi dedico questa con i suoi cherry blossom e la pioggia di farfalle.

martedì 30 settembre 2008

Lateral thinking...

Il mondo è fatto della nostra immaginazione; i nostri occhi lo animano, le nostre mani gli danno forma. Volere qualcosa lo fa crescere rigoglioso; il senso è quello che ci metti dentro, non quello che ne estrai. Puoi vedere solo quello che sei propenso a vedere, e niente di più.Siamo solo noi che dobbiamo creare il nuovo.

Intimacy • Hanif Kureishi

"Il senso è quello che ci metti dentro, non quello che ne estrai"
e io del buono ce l'ho messo.

lunedì 29 settembre 2008

Un altro cielo

Come le rose stanno morendo
senza profumo ormai

quelle parole dette in autunno
io non capivo sai

ora ritorna chiara la tua voce
quasi ci fosse il sole anche di notte

un aquilone vola nel vento come un saluto tuo

ombra leggera, corre sul mare per arrivare a me

sabbia, sole, schiuma
luce dolce della luna

e poi ritrovarsi sotto un altro cielo
sogni colorati piovono dall’alto
su ogni cosa

e poi ritrovarsi sempre là

tempo che passa passa e non torna
passa e non tornerà

tutti i miei giorni in un respiro
mille ricordi e poi

sabbia, sole, schiuma
luce dolce della luna
luna chiara e poi
notte su di noi

e poi ritrovarsi sotto un altro cielo
sogni colorati che piovono dall’alto
su ogni cosa

e poi ritrovarsi mentre gli anni passano
tempo che che tu non sai
dove va...

dove va..


Ermanno Giove

venerdì 26 settembre 2008

Geniale!

Guardate qui!

http://it.youtube.com/experiencewii

Forse un mattino andando in un'aria di vetro

Forse un mattino andando in un'aria di vetro,
arida,rivolgendomi vedró compirsi il miracolo:
il nulla alle mie spalle, il vuoto dietro
di me, con un terrore di ubriaco.

Poi come s'uno schermo, s'accamperanno di gitto
alberi case colli per l'inganno consueto.
Ma sarà troppo tardi; ed io me n'andró zitto
tra gli uomini che non si voltano, col mio segreto.


Eugenio Montale, Ossi di Seppia

giovedì 25 settembre 2008

A little piece of my heart


Non è sempre detto che Natale arrivi solo una volta l’anno. Ieri sera per esempio per me è è arrivato Natale. Non c’era l’albero ma un parcheggio di un cinema... ma del resto un Natale di fine settembre può permettersi di "succedere" quando vuole! E i regali hanno tutto un’altro sapore, son sorpese, senza nessun obbligo, accordo o dovere. Fra carta e nastri è Natale... uno dei migliori! E così ogni scazzo, pensiero, dolore si annulla di fronte all’emozione di un Babbo Natale che ha letto tra le righe di una lettera virtuale che non sapevo di avere scritto. Ogni "no" sparisce nell’emozione di due occhi sinceri, di un cuore grande. E la felicità è troppo grande per stare dentro alle parole.

Grazie dell’unzip!

mercoledì 24 settembre 2008

Le piccole cose



Anche se non si direbbe sono una persona semplice... di quelle che si accontentano delle piccole cose. E così ho scoperto che quei 16 euro "investiti" in girasoli... e voi direte "chiamalo investimento"... si proprio così... investimento... insomma quei girasoli che mi guardano dal bancone della cucina al mattino, e mi salutano la sera quando torno mi fanno bene. Li guardo e mi scivola di fare anche un sorriso, quando proprio non saprei dove andarlo a cercare. Son questi gli "investimenti" che mi riescono meglio! :D

martedì 23 settembre 2008

Così funzionano le cose...

Sono convinto - ma forse è un pregiudizio da parte mia - che un divano rivela molto sul suo proprietario. Un divano costituisce un mondo compatto e inviolabile. Questa però è una cosa che possono capire soltanto le persone che sono cresciute sedendosi su buoni, comodi divani. Come si cresce leggendo buoni libri o ascoltando buona musica. Da divano comodo nasce divano comodo, da divano scomodo nasce divano scomodo. Così funzionano le cose.

La fine del mondo e il paese delle meraviglie • Haruki Murakami

venerdì 19 settembre 2008

Peccati di vanità


È il colore dell'arte, della fantasia, del sogno... Il viola. È il colore che cromaticamente si crea dall'unione del rosso e del blu e che quindi costituisce una sintesi delle qualità simboliche connesse ai due. Così che la passione, la violenta irruenza del rosso, incontrando la tranquillità e la trascendenza del blu, genera la temperanza del viola.

"il supremo nucleo metafisico che ne sottolinea la complexio oppositorum, la dimensione che va oltre quella fisica, la natura sfuggente ed inafferrabile, l'aspetto trascendente."
Steiner • L'essenza dei colori

Fra le nuvole di questo venerdì

Oh Cielo misericordioso: uomo, non calcarti il cappello sulle sopracciglia: dai parole al dolore; il dolore che non parla, sussurra al cuore sovraccarico e gli ordina di spezzarsi. (da Macbeth, atto IV, scena III, Malcolm)

giovedì 18 settembre 2008

Carezze

La meraviglia nel sentirsi dire “Hai il profumo dell’inverno addosso... Del tuo armadio d’inverno”. Seduta scegliere le mezze penne con mozart che suona. Grazie.

18.30 di un mercoledì



Allungare la strada nella speranza che i metri in più diluiscano l’ansia. Fermarsi nella prima fioreria, entrare e aggrapparsi ad un fiore cercando fra l’arancio dei petali un po’ di coraggio. Arrivare davanti alla porta e scoprire che assomiglia più ad un muro. Attraversarla e riuscire a fare un sorriso... e trovarne un altro che ti aspetta.

mercoledì 17 settembre 2008

Offer

Who, who am I to be blue?
Look at my family and fortune.
Look at my friends and my house.

Who, who am I to feel dead? And
who am I to feel spent?
Look at my health and my money.

And where, where do I go to feel good?
Why do I still look outside me
when clearly I've seen it won't work?

Is it my calling to keep on when I'm unable?
And is it my job to be selfless, extraordinaire?
And my generosity has me disabled
by this my sense of duty to offer.

And why, why do I feel so ungrateful?
Me who is far beyond survival.
Me who's seen life as an oyster.

Is it my calling to keep on when I'm unable?
And is it my job to be selfless, extraordinaire?
And my generosity has me disabled
by this my sense of duty to offer.

And how, how dare I rest on my laurels?
How dare I ignore an outstretched hand?
How dare I ignore a third world country?

Is it my calling to keep on when I'm unable?
And is it my job to be selfless, extraordinaire?
And my generosity has me disabled
by this my sense of duty to offer.

Who, who am I to be blue?

Alanis Morissette

martedì 16 settembre 2008

Somewhere Over The Rainbow...

...Someday I’ll wish upon a star,
Wake up where the clouds are far behind me
Where trouble melts like lemon drops...


Dicono porti fortuna... sopratutto se ne vedi l’inizio e seguendo l’arco dei colori arrivi fino alla fine. Arrivo a casa ammirata da questo spettacolo, papà si avvicina "Lo chiamavi barcobaleno... ti ricordi?"... me lo ricordo si, come mi ricordo quando partivo con la bici nella speranza di vedere dove arrivava.
Lo dedico a te... spero ti porti fortuna. Vedrai che le cose in un modo o nell’altro si sistemeranno.

lunedì 15 settembre 2008

Fatevi una risata...

Avete una vostra foto a portata di mano?
Mettetela qui...

http://www.yearbookyourself.com/

Amarcord

E così dopo una gran mangiata/bevuta/suonata/cantata arrivati al gran ducato di Cooked il padrone di casa mi sfodera a tradimento un cd...

Io sono il più forte fra noi due
ma chi lo pensa no non sa
che cado più in fretta ad ogni tua volontà
volontà
e non sopporto che la tua libertà
per me sia un crimine
e mi fa schifo ogni fantasia
che non nasce da me

Cambierei la mia vita per te
la vivrei senza fretta
cambierei la mia vita per te
lascerei la regina mia
cambierei la mia vita con te

Io sono il più folle fra noi due
ma chi lo pensa no non sa
che balzi più in fretta d’ogni mia crudeltà
e non sopporti che sia una spia
a conquistarmi
spia del cuore io la lascerò
se tu torni da me

Cambierei la mia vita per te
la vivrei senza fretta
e cambierei la mia vita per te
lascerei la regina mia
cambierei la mia vita con te

e non sopporti che sia una spia
a conquistarmi
ma mi avvince questa gelosia
è come un gioco fra noi

Cambierei la mia vita per te
la vivrei senza fretta
cambierei la mia vita per te
lascerei la regina mia
cambierei la mia vita con te


I disfunzione!!!
Li ho sentiti l'ultima volta una decina di anni fa ai Giardini a Cittadella! Quanti ricordi! E le immagini sono nitide nella mia testa... tutto come fosse ieri! Tutta la cricca del Fanoli, la Cesca, la Eli... c'era ancora lui.
Stamattina va di amarcord...

venerdì 12 settembre 2008

Ask


Shyness is nice, and
Shyness can stop you
From doing all the things in life
You'd like to

Shyness is nice, and
Shyness can stop you
From doing all the things in life
You'd like to

So, if there's something you'd like to try
If there's something you'd like to try
ASK ME - I WON'T SAY "NO" - HOW COULD I ?

Coyness is nice, and
Coyness can stop you
From saying all the things in
Life you'd like to

So, if there's something you'd like to try
If there's something you'd like to try
ASK ME - I WON'T SAY "NO" - HOW COULD I ?

Spending warm Summer days indoors
Writing frightening verse
To a buck-toothed girl in Luxembourg

ASK ME, ASK ME, ASK ME
ASK ME, ASK ME, ASK ME

Because if it's not Love
Then it's the Bomb, the Bomb, the Bomb
the Bomb, the Bomb, the Bomb, the Bomb
That will bring us together

Nature is a language - can't you read ?
Nature is a language - can't you read ?

SO ... ASK ME, ASK ME, ASK ME
ASK ME, ASK ME, ASK ME

Because if it's not Love
Then it's the Bomb, the Bomb, the Bomb
the Bomb, the Bomb, the Bomb, the Bomb
That will bring us together

If it's not Love
Then it's the Bomb
Then it's the Bomb
That will bring us together

SO ... ASK ME, ASK ME, ASK ME
ASK ME, ASK ME, ASK ME


The Smiths


... la tangenziale non sembrava nemmeno così male stamattina...

giovedì 11 settembre 2008

Post-it del caso

• Il lusso del cazzeggio.
• Scoprire posti della tua città che non conoscevi e restarne innamorata.
• La compagnia sempre di un “certo livello”.
• Deliziosi incontri... Sempre un bel vedere. ;-)
• Piccola vacanza infrasettimanale... Un concerto così non è cosa da tutti i giorni.
• ... Alle volte basta poco... Una sciarpona infinita e blu... Che sa tanto di coperta prêt-à-porter e scalda il cuore.
• Faccio prima pipuzza o gli chiedo di sposarmi? ... Le grandi domande della vita...
• Sete/pipì modalità attivata! ;-)
• La diabolica che mi da tante soddisfazioni...
• Un autunno scabriolato ci attende! ;-)

Un buongiorno d'autunno vestito

I lunghi singhiozzi dei violini d'autunno feriscono il mio cuore d'un monotono languore. (Paul Verlaine)

Perchè la musica, le parole... evocano emozioni. E con la stessa forza con cui alle volte ti risolleva, altre volte crea buchi nel presente che ti fanno scivolare nella penombra della memoria.

mercoledì 10 settembre 2008

Light my fire...

– Ti scriverò.
– Mi piacciono tanto le tue lettere. Peccato che Naoko le abbia bruciate tutte. Erano così belle.
– Tanto, le lettere sono solo lettere, – dissi. – Che tu le bruci o le conservi, quello che deve rimanere rimane e quello che si deve perdere si perde.

Norwegian Wood • Haruki Murakami


Le lettere sono solo lettere... e forse le parole sono solo convenzionali miscugli di caratteri.
E di parole dette "tanto per" ne avrei da bruciare in questo inizio d'autunno.

martedì 9 settembre 2008

Iniziamo così...

Con una frase che mi rappresenta...

"Do asilo dentro di me come a un nemico che temo d’offendere, un cuore eccessivamente spontaneo che sente tutto ciò che sogno come se fosse reale, che accompagna col piede la melodia delle canzoni che il mio pensiero canta, tristi canzoni, come le strade strette quando piove."


F. Pessoa da Poesie inedite