venerdì 27 febbraio 2009

Friday i’m in...

Finalmente è venerdì... settimana pesante, sotto molti punti di vista.
Friday i’m in... Mpf!
Vedere ogni volta questo riproporsi ostinato... mi da solo fastidio.
Va così...
E passerà.

... Oh rainy day, come 'round
Sometimes I just want it to slow down...


O se non si può va bene anche millemila volte più veloce

mercoledì 25 febbraio 2009

lunedì 23 febbraio 2009

Parlando con Spank... guardando youtube


"...Le cose inutili le butti via... altrimenti sono zavorre."

venerdì 20 febbraio 2009

"Le Figarò" 20 Febbraio 1909

Manifesto del futurismo

1-Noi vogliamo cantare l’amor del pericolo, l’abitudine all’energia e alla temerità.

2-Il coraggio, l’audacia, la ribellione, saranno elementi essenziali della nostra poesia.

3-La letteratura esaltò fino ad oggi l’immobilità penosa, l’estasi ed il sonno. Noi vogliamo esaltare il movimento aggressivo, l’insonnia febbrile, il passo di corsa, il salto mortale, lo schiaffo ed il pugno.

4-Noi affermiamo che la magnificenza del mondo si è arricchita di una bellezza nuova: la bellezza della velocità

5-Noi vogliamo inneggiare all’uomo che tiene il volante, la cui asta attraversa la Terra, lanciata a corsa, essa pure, sul circuito della sua orbita.

6-Bisogna che il poeta si prodichi con ardore, sfarzo e magnificenza, per aumentare l’entusiastico fervore degli elementi primordiali.

7-Non vi è più bellezza se non nella lotta. Nessuna opera che non abbia un carattere aggressivo può essere un capolavoro.

8-Noi siamo sul patrimonio estremo dei secoli! poichè abbiamo già creata l’eterna velocità onnipresente.

9-Noi vogliamo glorificare la guerra-sola igene del mondo-il militarismo, il patriottismo, il gesto distruttore

10-Noi vogliamo distruggere i musei, le biblioteche, le accademie d’ogni specie e combattere contro il moralismo, il femminismo e contro ogni viltà opportunistica o utilitaria

11-Noi canteremo le locomotive dall’ampio petto, il volo scivolante degli areoplani. E’ dall’Italia che lanciamo questo manifesto di violenza travolgente e incendiaria col quale fondiamo oggi il Futurismo

Queste le parole con cui Filippo Tommaso Marinetti fonda il 20 Febbraio 1909 a Parigi il manifesto futurista.

giovedì 19 febbraio 2009

Appesa a due palloncini... B/N


... vorrei scrivere un post per la serata di ieri... ma non ho parole... e non so se ne avrò mai... solo GRAZIE per adesso.

Sanremo09 - riflessioni semiserie frutto del “bontempo”

Due domande...
anzi... piccola premessa:
Ne ho visto si e no una 30 di minuti martedì sera.

ps. non voglio neanche star qua a sindacare sulla qualità delle scelte musicali e blablabla

Ma veniamo alle due domande:

la prima – Il teatro Ariston... si è ristretto e studioaperto non ha fatto un servizio per dircelo? Per anni è stato vestito di sfarzi e infrastutture gigantesche... Il palco poteva ospitare una sagra paesana con tanto di bancarelle e baracchino dei panini onti... quest’anno sembra avere le dimensioni del palco dell’oratorio! Che sia un simpatico tentativo di ricerca di una dimensione più intimistica!? Mah...

la seconda – Sanremo... ridente cittadina posta sull’altrettanto ridente riviera ligure, rinomata per la coltivazione dei fiori (celebrata ogni anno con il corso fiorito “Sanremo in Fiore”... popolare manifestazione Sanremese dedicata ai fiori della Riviera etc), da cui il nome di Città dei Fiori... E bla bla bla... ma i fiori?! Mah...

mercoledì 18 febbraio 2009

29!


Ė molto semplice. Dunque: trenta dì conta novem... no! Né di Venere né di Marte; non ci sto! Se tu hai un compleanno, hai anche... [Ride] Non sa cos'è un Non Compleanno! (Leprotto Bisestile)

martedì 17 febbraio 2009

Aprile dolce dormire...


Ah... è solo febbraio!?
troppo avanti come sempre!

lunedì 16 febbraio 2009

Just the bang... And the clatter... As an angel... Hits the ground

Di tempo non ne abbiamo poco, ne sprechiamo tanto. L'uomo grande non permette che gli si porti via neanche un minuto del tempo che gli appartiene.
Seneca

Voli pindarici

venerdì 13 febbraio 2009

...

...La foto della scuola non mi assomiglia più
Ma i miei difetti sono tutti intatti...

mercoledì 11 febbraio 2009

Tripartizione


1.
Al casello ci accoglie il sole... segno tangibile che la fortuna aiuta le audaci. Grazie alla scarpe stellari... Il merito è tutto loro! ;-) E i grazie a ben guardare sarebbero parecchi... Per l’altra metà della follia che ho trovato... Presenza VITALE... SEMPRE; per un omino carino che ci fa sentire a casa anche ad 1 ora di distanza.

2.
Ragni caccola puntine escono da sacchetti magici con in bocca messaggi abbracciosi, il mistero della cialda ribelle... spesa, aperitivo, un piatto di pasta confortante. Le parole che finalmente non sono solo parole.

3.
Giro di boia. Le idee ci sono basta solo guardarle dal lato giusto e dare la svolta. Guardare avanti mi è sempre venuto meglio.

venerdì 6 febbraio 2009

Friday i’m in love... i dise...


Fatto il "giro di boia"... e anche stavolta siam sopravvissuti. Una persona speciale mi ha detto che devo volermi più bene... e allora stamattina caffè e brioches... no pressure over cappuccino giusto?
Stasera compleanno del Da... cerchiamo di limitare i danni... e domani svegli all’alba, colazione dal "poVco fornaio"... autostrada e via andare. Il primo regalo di compleanno!!!

Love?! In a trash can



Love In A Trashcan

If you touch that girl
You know it’s okay
People say she’s a whore anyway
I think she looks like a nice vamp
Looking for love in a trashcan

If you kiss that girl you won’t be caught dead
She’s the coolest girl you think you ever met
I think she fits right into my life
On the road till the end of time

Now the time is right and you feel the need
To go down low and receive a treat
The jukebox churns out songs about sex
Come on baby you’re my best fix

The raveonettes

lunedì 2 febbraio 2009

La quantità di gentilezza disponibile è limitata...

«La quantità di gentilezza disponibile è limitata, proprio come è limitata la quantità di luce», continuò George in tono misurato. «Ovunque ci troviamo, noi proiettiamo un’ombra su qualcosa, ed è inutile spostarsi continuamente da un posto all’altro per migliorare le cose, perché l’ombra ci viene dietro. Bisogna scegliere un posto dove non si fa danno, e rimanerci ben saldi, affrontando la luce del sole.»

Camera con vista • E. M. Forster

Peccato siano in pochi a capirlo...