giovedì 4 giugno 2009

Alla sagra di Sant’Erasmo

“Venezia,” disse Karlesky... “non è una città, essa è piuttosto un sogno allungato sulla riva del mare.”

Il violino nero • Maxence Fermine

Quante meraviglie concentrate in un fazzoletto di terra preso in prestito dal mare. Ceramica, miele, Nino de Venessia... un 469 fortunato.
Istantanee di spensierata serenità.

Nessun commento: