mercoledì 28 aprile 2010

Se fossi un film

Son qui che lavoro e alla radio parlavano di lavori, i più strani. Per esempio il trailerista. Si quello che fa i trailer dei film. E così il Diggggey chiedeva: " ma se foste un film come sarebbe il vostro trailer? descrivetelo in 3 scene."... Credo così:

Close up su delle mani sporche di colore... un tavolo caotico, pieno di pennelli, matite, tubi di colore sparsi, fogli accatastati, degli stracci.
Colonna sonora "Ironic" Alanis Morisette

Uno scorcio di una camera, la finestra che da sul terrazzo è aperta, il vento muove la tenda socchiusa. C'è una pila di cd vicino allo stereo, la musica si sente appena. Il particolare di una tastiera con il vecchio tasto "mela". Io entro alzo il volume dello stereo ed esco in terrazzo a guardare il tramonto riflettendo su la mia mug piena di te. Guardando la luna e Luna.
Colonna sonora "Cherry Blossom Girl" Air

Io guardo fuori dalla finestra un temporale.
Colonna sonora "Love will tears us apart" Joy Division

buona visione :)

lunedì 26 aprile 2010

Pochi minuti fa

Sono state poche le volte che stavo così bene da desiderare di voler fermare il tempo. Proprio poche. Al massimo lo volevo fermare per limitare i danni... o ritardare l'arrivo del lunedì. Prima mi suona il cell, esco in terrazza perchè la tv accesa faceva troppo casino. Mentre dall'altra parte del ricevitore eravamo già ai saluti mi son resa conto, nell'istante in cui chiudevo, che avrei voluto restare eternamente li. La sera appena arrivata, spinta da un vento tiepido,tutto intorno la calma. L'acero in giardino è di una bellezza imbarazzante. Ha la forza dei colori del tramonto e la leggerezza di un fiore. Nemmeno l'esplosione rosa delle azalee riesce a sminuirlo. Intorno solo i suoni della campagna di questa stagione. Come ogni meraviglia dura solo un'istante. Il tempo di un sogno ad occhi aperti.

venerdì 16 aprile 2010

Il "grande" salto

Così il momento è arrivato. Relativamente presto e non me ne rendevo conto. Non sto più neanche a chiedermi come andrà, se sto facendo la cosa giusta o no... anche perchè tutte le persone con cui ho parlato mi hanno dato pareri diversi e spesso negativi. Io ci provo, visto che comunque tutta la mia vita è un gran "io ci provo". Settimana prossima commercialista e via. Poi sarò di partita iva munita e sarò vittima del fantastico meccanismo della vita da freelance. La nota ludica di tutto ciò è che arriverà il nuovo MacBook Pro super pimpato che ho sempre sognato! CARO!... e forse anche l'iPhono!:D Il cariolino da cui sto scrivendo però lo tengo... diventerà un pezzo di modernariato fighissimo! Se no fosse che pesa na bestemmia e occupa mezza scrivania!

p.s. per trovare la foto qui sotto ci ho messo una vita... e la cosa mi fa riflettere.

mercoledì 7 aprile 2010

Nuvoloso variabile

Non è completamente nuova questa sensazione. Ha un retrogusto conosciuto, familiare. Cambiano i tempi e i modi, le situazioni da cui scaturisce, forse la patina di novità è data proprio da questo. Grattando un pò la superficie trovo tutto quello che sapevo avrei trovato. Lei è li, sorniona, dorme in un angolo e quando le va gioca indifferente con i miei pensieri. Poveri... i pensieri... così sciocchi e inutili. L'inquietudine è di casa, la ritrovo già fra i miei ricordi di bambina. Una persona, una parola, qualsiasi cosa diventa una chiave per attivare questo stato di ipnosi reale. Perdo facilmente il senso della realtà, come se fossi ubriaca privata della reale percezione delle cose. Cambia il "sentire", le certezze, poche, inevitabilmente perdono la loro stabilità e vacillano, crollano. Mi sto legando stretta, per controllare pensieri, azioni e reazioni. Sopravvivenza.