venerdì 3 dicembre 2010

Il cambio gomme

E' da 10.000 km che mi dico che ci son le gomme da cambiare. E già così uno dice "voi donne tutte uguali"... e invece no! Perchè io di motori alla fine un pò ne capisco... e infatti son 10.000 km che mi dico che ho le gomme da cambiare. Comunque stamattina ho cambiato le gomme perchè viste le attuali condizioni climatiche ero stanca di fare "holiday on ice" ad ogni stop o frenata. Ore 11.30 arrivo in questo luogo testosteronico dove l'uomo si sente il re indiscusso e tu sciocca donna puoi essere al massimo la segretaria che risponde al telefono. Sono li tutti maschi, olio, gomme poche parole e parecchie bestemmie. Ero li che aspettavo il mio turno quando arriva un baldo giovane che ringhiando mi dice di portare la macchina in officina. Prendo la porto dentro al capannone e mi dirigo sicura verso ponte che l'avrebbe alzata... ecco in quel momento mi sono resa conto che la cavalleria alla fine anche se ben nascosta esiste ancora. Ebbene si! Il baldo giovane davanti a me con un sorriso rassicurante si stava prodigando in una danza sfrenata per indicarmi che manovre fare per posizionare bene la macchina.Che carino ho pensato. Tipo gli omini che fanno atterrare gli aerei... ecco... io ho una C3. Fino ad un secondo prima imprecava e poi "PUF" trasformato in un lord inglese che mi invitava per un te aprendomi la portiera per farmi scendere. Così alla fine se uno non fa caso alle varie invocazioni alle divinità, ai calendari di nudo "artistico" disseminati qua e la, alle varie sprimacciate testicolari... beh anche il gommista più rude può mostrare di essere alla fine... sotto sotto... sotto... un cavaliere.
Poi sono scesa e ho capito che più che cavalleria forse era compassione perchè nonostante 10 manovre son salita sul ponte completamente storta.

1 commento:

syl ha detto...

AAHAHAHHAHAHA

G R A N D I O S A ! ! !

Chapeau!