venerdì 28 gennaio 2011

oggi vorrei essere così



e guardare le cose dal cielo

martedì 25 gennaio 2011

la lotta dei calzini

Ognuno di noi ogni giorno ha la sua lotta da combattere: con il capo che non capisce, con la stampante che si inceppa, con i vicini, al supermercato... piccola o grande che sia ognuno ha la sua. Chi mi conosce bene sa che, avendo io la fissa di avere sempre il calzino abbinato al look del giorno, ho una collezione smisurata di calzini. Circa un mesetto fa a casa è arrivato un nuovo inquilino... Teo... 4 mesi, 11 kg di vivace e anarchica impertinenza. Cosa centrano queste tre cose fra di loro?! E' presto detto... la mia lotta di questi giorni è la lotta dei calzini.
L'animale, che a dispetto del suo musetto angelico manifesta una già malcelata indole guerriera, ha come svago preferito quello di prelevare i calzini dallo stendibiancheria per "paciugarli" a dovere. Così il giovane peloso mi costringe a corse epiche per la casa per salvare i miei poveri calzini dalle sue bavose fauci... preferibilmente al mattino... appena svegli... per mantenerci in forma.

Teo vs Mara = 1 a 0
(al momento vince lui...)

Il ricordo va ai miei calzini azzurri e blu con i cristalli di neve... periti questa mattina sotto i denti cucciolo di diavolo della tasmania sotto mentite spoglie.

Vincere una battaglia non vuol dire vincere la guerra.


Ecco qui il riposo del guerriero

lunedì 24 gennaio 2011

80 buoni motivi



ripieni di voglia di cambiare

venerdì 21 gennaio 2011

the bucket list

Ieri sera alla radio parlavano di quelle cose che uno dice che farà assolutamente prima di morire. Devo dire che ho scoperto che le persone desiderano cose veramente strane... ma del resto la realtà supera la fantasia.

Ecco la mia:
1 - andare a trovare Willy Wonka
2 - aprire una trattoria
3 - andare a fare la colazione da Tiffany
4 - innamorarmi di nuovo come la prima volta
5 - vedere un mio quadro in una galleria d'arte
6 - guidare una lamborghini
7 - fare la prima collezione Chii&Chii
8 - fare la prima collezione Cherrygray
9 - tatuarmi un teschio
10 - scrivere una canzone

mercoledì 19 gennaio 2011

scacciafiga: la top ten

Ognuno di noi, almeno una volta nella vita, prima o poi, si trova a fare una classifica. Ieri parlando con la Syl è arrivato il mio momento.
Ecco quindi la mia classifica:

TOP TEN "MOMENTO SCACCIAIFIGA"

I 10 momenti che se anche hai una remota possibilità di fartela
non la vedi neanche per sbaglio


1
l'uomo più depilato di una delle modelle di Sports Illustrated
2
qualsiasi manifestazione che testimoni una scarsa igiene personale...
non è un cazzo vero che "l'omo è omo e ha da puzzà"
3
la mutanda della salute, magari con l'elastico sfatto, in nuance con l'ultima cosa colorata che si è infiltrata nella lavatrice dei bianchi.
Soprattutto con, ma anche senza, "frenata" a testimoniare una regolarità intestinale invidiabile. Menzione d'onore al perizoma maschile... Si, esiste...
4
lo spungnone bianco che spunta sotto i pantaloni in tutto il suo candido splendore
5
il catenone d'oro 18 kt, peso complessivo dell'oggetto non inferiore ai 5 kg con pendentif abbinato, che emerge scintillante da un'esplosione di mascolina e virile villosità
6
la manutenzione ordinaria di orifizi vari ed eventuali al semaforo
7
la canottiera scollata con la spallina stretta dentro la mutanda
8
l'unghia del mignolo della mano più lunga alla moda del coltellino multiuso di MC Gyver
9
l'utilizzo dello stuzzicadente come oggetto moda, sfoggiato con spavalda naturalezza a fine pasto
10
l'automobile che sembra appena uscita da una puntata di "MTV pimp my ride"

fuori classifica ma con segnalazione:

• la sistemazione prolungata dei "gioielli di famiglia"
• il "ti è piaciuto?" dopo aver consumato...
(che se devo dirtelo io inizio a farmi due domande...)
• ordinare una fanta da mezzo

poi fatevi un giro qui l'ho scoperto prima e mi son fatta un bel pò di risate

venerdì 14 gennaio 2011

Quantum oculis, animo tam procul ibit amor

Capita così per caso, nessun innesco. Stai guardando quello che succede e improvvisamente ti rendi conto che in un mondo perfetto la stessa scena così come sta succedendo avrebbe altri significati. Le persone altri ruoli. Ruoli più giusti. Nel tuo mondo perfetto. Ogni persona, anche gli sconosciuti dei quali rubi un istante di storia mentre li guardi. In questo stato alterato scambi due parole con un sig. Nessuno e ti rendi conto che quel piano folle non sembra più poi così folle. Sembra quasi che te lo devi. A saperlo prima avrei chiuso gli occhi.

lunedì 10 gennaio 2011

Elegia


gli occhi desiderano accarezzare, le mani vogliono vedere

domenica 9 gennaio 2011

aspettando godot

Stamattina guardavo il mio nonno. Ha 87 anni, un sorriso limpido e due occhi profondi. Quando parla bisognerebbe prendere nota di ogni parola; lui ha visto e fatto un sacco di cose. Quando ti dice qualcosa che non va e si accorge che ti ha fatto star male si scusa sempre come direbbe lui "el xè bon come el pan". E' un uomo di una volta e quando serve piange. Stamattina lo guardavo e pensavo che lui e mia nonna hanno festeggiato 60 anni di matrimonio. Due volte la mia vita, passata insieme, con i compromessi, le litigate, ma sempre prendendosi cura l'uno dell'altra. Loro due sono felici. Io che sono a metà, che son da sola, che faccio quello che voglio... beh io sono già stanca. Non vorrei essere come Didi e Gogo.

domenica 2 gennaio 2011

Buon principio

In giorni come questo è meglio non fare bilanci, sarebbero ancora più negativi del necessario. E' il secondo giorno del nuovo anno, con una punta di presunzione posso già azzardare alcune riflessioni... negative, dirà qualcuno... ho le mie buone ragioni, rispondo io.
C'è chi sta meglio di noi e c'è chi sta peggio, di solito guardiamo sempre i primi perdendo un sacco di tempo a lamentarci per quello che non abbiamo e trascurando quello che c'è. Quando si ha "bisogno" di "qualcosa" ovviamente non c'è. Per quanto ci si metta impegno e cuore, non basta mai.

Vorrei risolvere tutto adesso
.